Sensory bags e tavolo luminoso

Costruiamo i sacchetti sensoriali, che altro non sono che sacchetti con contenuto morbido e colorato da toccare e manipolare.
Per costruirli basta un sacchetto di plastica (ottimi sono quelli per surgelare cibi) da riempire con materiali più disparati come acqua e farina o detersivo per i piatti o gelatina per capelli.

Il materiale insomma deve essere soffice e scivoloso, piacevole al tatto e possibilmente colorato (si possono usare anche coloranti alimentari) e ben sigillato.

Sono adatti per i bimbi dai 18 mesi in su: ma attenzione!! Accertarsi sempre di sigillare bene!

 

Occorrente:

Sacchetti richiudibili
Nastro adesivo da imballaggio
Forbici

e tutto il materiale che la fantasia ci suggerisce, ad esempio:

Oltre a queste, le sensory bags si possono riempire di tantissimi materiali, come:

  • olio e acqua (si formeranno tante piccole bolle d’olio che, come sappiamo, non si miscela con l’acqua
  • schiuma da barba colorata
  • cotone
  • gel
  • zucchero di canna
  • shampoo e foglie, fiori
  • biglie colorate
  • frutta da schiacciare
  • …e tutto quello che la fantasia ci suggerisce!

 

SENSORY BAGS, TAVOLO LUMINOSO E COLORI FOSFORESCENTI

La proposta delle sensory bags può essere arricchita dalla presenza del tavolo luminoso. Possono essere fissate con nastro adesivo sulla superficie luminosa, possono essere composte come un grande puzzle di materiali, colori diversi.

In assenza di tavolo luminoso, per creare effetti particolarmente ed incredibilmente sorprendenti, si possono utilizzare anche colori luminescenti, cioè che brillano al buio. I colori luminescenti si possono anche preparare da sè, riciclando i pennarelli evidenziatori! Estraendo il  feltro interno di un paio di pennarelli e immergendolo per qualche tempo (qualche giorno) in un barattolo con acqua distillata, lasciandola evaporare, fino a che si ottiene una soluzione abbastanza concentrata. Si riempie quindi una busta da sensory bag con 1/3 di olio per bambini, si aggiungono alcuni cucchiai di colori fluorescenti. Il colore fluorescente si attiva con una fonte di luce UV (ultra violetta). In commercio trovate la lampada UV in tanti formati, dai tubi neon alle lampadine alle lampade ad alta intensità. Alla luce normale invece, il colore della vernice fluorescente risulta molto intenso.

 


PER SAPERNE DI PIU’: dal catalogo dei corsi Zeroseiplanet per educatrici di asilo nido e insegnanti di scuola dell’infanzia, il corso “I GIARDINI DELL’APPRENDIMENTO ATTRAVERSO IL GIOCO “

CHIEDI INFORMAZIONI QUI >>>

Visite: 2348

Ti potrebbero interessare anche questi articoli: