L’agrinido: un servizio innovativo

L’Agrinido IL CAVALLO A DONDOLO a Mezzocorona

Che cos’è un “Agri asilo nido“? Si tratta di un vero e proprio asilo nido, soggetto quindi ai regolamenti e alle normative specifiche dei servizi educativi per la prima infanzia, con la differenza che è ubicato all’interno di un’azienda agricola, oppure in campagna. Con il termine “agrinido” si intende nello specifico una struttura di accoglienza per bambini fino a tre anni di età realizzata all’interno di una azienda agricola o in una località “agreste”, mentre l'”agriasilo” coinvolge i piccoli dai tre ai sei anni, con piu’ tempo all’aria aperta a contatto con la natura, in una sorta di “palestra verde” dove coltivare le piante, socializzare con gli animali, imparare a conoscere i ritmi della natura e i principi di una alimentazione sana.

Il valore aggiunto dell’iniziativa sta nella possibilità di offrire – in aggiunta ai normali servizi propri di un asilo per l’infanzia – un progetto educativo specificamente studiato per favorire l’interazione dei piccoli con l’ambiente naturale e un approccio genuino con i ritmi e i valori del mondo rurale.

Il metodo educativo negli agrinidi prevede l’avvicinamento dei bambini ad un ambiente agricolo, in forma innovativa e alternativa rispetto all’offerta educativa tipica, con i bambini che interagiscono quotidianamente con l’elemento natura, sia esso visto dal lato della coltivazione, sia dal lato dell’allevamento.

Le esperienze che possono offrire gli agriasilo sono molteplici, dall’aromaterapia alla fitoterapia, dal teatro nella natura fino all’agriludoteca. L’altra componente portante del metodo è data dall’applicazione della pet therapy e l’attivazione dell’orto biologico per insegnare il senso del tempo e della pazienza per la capacità di ascolto.

Le opportunità didattiche degli agriasilo variano naturalmente dall’attività produttiva dell’azienda in cui ci si trova; ad esempio, dove si produce grano si può imparare a fare il pane, ma anche disegni con i chicchi, dove si coltivano verdure si possono predisporre dei piccoli orti “autogestiti” per stimolare la manualità dei bambini, dove ci sono animali di allevamenti si può imparare a riconoscere i loro versi e molte altre innumerevoli possibilità di confronto con il mondo reale.

Da una indagine di Coldiretti emerge che il successo degli agriasili è dovuto alla grande rilevanza attribuita alla natura nei percorsi formativi: per gli italiani è molto importante stare all’aria aperta (80 per cento), a contatto diretto con la natura (76 per cento), mangiare cibi del territorio e di stagione (67 per cento) e avere contatti con gli animali (51 per cento).

Piu’ di tre genitori su quattro (78 per cento) sognano di far crescere i propri figli in un agriasilo, un ambiente semplice, familiare e naturale dove giocare all’aria aperta con piante e animali e gustare merende e colazioni genuine, pappe preparate con prodotti stagionali e a chilometro Zero.

Abbiamo intervistato Eleonora De Vescovi, titolare dell’Agrinido “Il cavallo a dondolo” di Mezzocorona, in trentino, che dopo aver frequentato il corso “Aprire un asilo nido” di Zeroseiplanet, ha aperto nel 2007 nell’azienda agricola di famiglia. 

Abbiamo pensato di aprire un “agrinido” per continuità con la storia dell’azienda agricola di famiglia, e grazie alle competenze educative mie e delle mie sorelle siamo riuscite a creare un servizio all’infanzia innovativo. I nostri bimbi possono giocare a contatto con l’ambiente della campagna, e abbiamo studiato un progetto pedagogico specialistico per questo tipo di struttura.

I bimbi così possono scoprire i diversi animali, noi abbiamo caprette, tartarughe, galline… Insieme alle educatrici i bambini portano loro il cibo, e imparano a riconoscere e imitare i versi degli animali.

“L’attuale punto di debolezza dell’ agriasilo, è però il ritardato adeguamento della normativa, che non prevede un’univoca definizione di questo servizio all’interno delle leggi regionali” ci spiega l’arch. Marilisa Modena di Zeroseiplanet. “Per questo motivo il nostro lavoro può essere definito una sperimentazione, che trova nell’ entusiasmo dell’azienda agricola promotrice la spinta per promuovere l’iniziativa a livello regionale e nazionale”.


Per saperne di più:

Corso “APRIRE UN ASILO NIDO, CENTRO INFANZIA SPERIMENTALE 06, LUDOTECA, BABY PARKING

 

CHIEDI INFORMAZIONI QUI>>>