Aprire un nido? è il momento giusto

Nonostante la crisi, o forse proprio grazie alla crisi economica, mai come ora in Italia sembra essere il momento giusto per intraprendere una nuova attività di lavoro con i bambini. “Sono tantissime le persone che ogni giorno ci contattano per capire come poter aprire un’impresa sociale” ci spiega la dott.ssa Marilisa Modena di Zeroseiplanet, società di consulenza che da oltre 15 anni opera nel settore, “e devo dire che in questo periodo le domande arrivano da tutta Italia, indifferentemente da nord a sud, mentre in passato le nostre statistiche attestavano una maggior concentrazione di interesse nelle regioni del nord o del centro”.

Infatti, una volta partito il nuovo anno per asili nido e scuole dell’infanzia, gli enti locali si trovano a fare i conti con i vecchi problemi, prima tra tutti la carenza di posti con liste d’attesa che nelle grandi città possono superare anche i mille bambini. Una situazione che accomuna tutta l’Italia, dal Nord al Sud, ma che vede molte città (la scuola dell’infanzia dipende per la gran parte dagli enti locali) con asili in progetto. Rimane dunque alto il numero dei bambini che devono andare in strutture private o rimanere a casa.

A guardare le statistiche di questi ultimi due mesi, dopo lo spoglio delle domande avanzate dalle famiglie per l’ammissione dei bambini ai nidi e scuole d’infanzia pubbliche, c’è da rimanere sconcertati: in Toscana, che pure è tra le regioni d’Italia più “virtuose” dal punto di vista dei servizi all’infanzia (copertura di ben il 31% dei bimbi dai 3 ai 36 mesi), rimangono in lista di attesa ben 8.602 bambini.

Altrettanti sono i bambini esclusi dai nidi pubblici nella sola città di Roma; oltre i 1200 a Napoli, più di 800 a Palermo, e circa 1000 a Milano. E questo per limitarci alle grandi città, che pure hanno una discreta copertura di servizi all’infanzia pubblici (superiore al 34% a Milano), o hanno avviato protocolli per ottenere fondi che serviranno per aprire nuovi asili nido, come nel caso di Napoli.

A fronte di questi dati, che dimostrano come la fornitura di servizi alla prima infanzia sia assolutamente carente in Italia, il sogno privilegiato di molte persone, non solo educatrici, rimane quello di lavorare con i bambini. Le idee sono molte, ma i primi dubbi nascono appena ci si confronta con le leggi regionali sugli asili nido e con le molteplici definizioni di servizio all’infanzia.

Oltretutto, spesso l’idea di aprire un asilo nido privato nasce alle neomamme dal conflitto tra due forti desideri contrastanti: quello di rimanere il più a lungo possibile a contatto col “nuovo arrivato” in famiglia e quello di rimettersi in gioco, rientrando in qualche modo nel mercato del lavoro. Infatti, conciliare lavoro e famiglia per le donne non è mai facile, e ancor più difficile è reinserirsi nel mercato del lavoro dopo aver messo al mondo dei figli!

Purtroppo molti progetti imprenditoriali per l’apertura di asili nido si bloccano ancora nella fase iniziale perché ci si scoraggia di fronte alla burocrazia, all’impegno economico richiesto, alla molteplicità di competenze necessarie, alla difficoltà di reperire spazi adeguati.

A questo proposito, Stefania Pompele di Zeroseiplanet ci comunica che negli ultimi mesi si sta verificando una maggiore disponibilità di immobili, lasciati “liberi” da altre attività che, a causa della crisi, sono state costrette alla chiusura o al trasferimento. “E’ quindi una buona occasione, anche perché gli affitti sono in calo rispetto ai massimi storici di qualche anno fa”.

In ogni caso, aprire un asilo nido privato significa iniziare un’attività in un settore difficile dove la burocrazia e le normative molto severe costituiscono spesso degli ostacoli insormontabili. Un lavoro che richiede molte responsabilità, una grande abilità gestionale e ottime capacità relazionali con i genitori, ma anche un lavoro che d’altra parte garantisce una grande crescita personale e un buon ritorno economico.

L’asilo nido sembra essere il servizio più gettonato: ma lavorare con e per i bambini non significa necessariamente aprire un nido.

Le nuove opportunità nel settore dei servizi all’infanzia sono davvero numerose, e le stesse norme regionali aprono un ampio ventaglio di possibilità a servizi innovativi e integrativi: baby parking, centro infanzia, atelier, nido famiglia, agri-asili nido…

Certo che orientarsi tra tutti questi servizi non è facile: ci si chiede quali requisiti debbano avere i locali, quali documenti ci vogliano per iniziare, quanti soldi investire. E soprattutto: sarà la scelta giusta? Come fare a capire se il servizio funzionerà?

Aprire un asilo nido è a tutti gli effetti l’avvio di un’attività imprenditoriale, che comporta il reperimento di locali idonei, personale specializzato e servizi all’infanzia regolamentati nei più piccoli particolari.

Un ulteriore buon motivo per avviare proprio in questi tempi un’impresa sociale, è legata alla nuova emanazione di bandi di finanziamento: regionali, provinciali, locali, per il sostegno della imprenditoria giovanile, femminile, o per le micro imprese, per la disoccupazione, prestiti d’onore…

Oltre i finanziamenti privati (da richiedere per esempio alle banche), esistono diverse opportunità di finanziamenti pubblici, ovvero contributi a fondo perduto o finanziamenti a tasso agevolato erogati dallo Stato, dalle Regioni o dal Fondo sociale europeo. A livello nazionale, per esempio, l’imprenditoria femminile usufruisce delle agevolazioni previste dalla legge 215/1992, che prevede contributi in parte a fondo perduto e in parte a tasso agevolato.

Le agevolazioni specifiche per la creazione di servizi destinati alla prima infanzia sono di competenza regionale. E’ possibile visualizzare i bandi aperti direttamente sui siti web della Regione di competenza, o chiedere informazioni agli assessorati alle politiche della famiglia.

Infatti, grazie alla possibilità di avvalersi dei contributi pubblici o di quelli aziendali (nel caso dei nidi aziendali), si riescono ad alleggerire gli investimenti per l’avvio.

PER SAPERNE DI PIU’:

“APRIRE UN ASILO NIDO, CENTRO INFANZIA, LUDOTECA, BABY PARKING E ALTRI SERVIZI ALL’INFANZIA INNOVATIVI”

Un corso completo che approfondisce in modo chiaro tutte le informazioni indispensabili per chi ha intenzione di aprire ma anche per chi già gestisce un Asilo nido, un Micronido, Ludoteca, Baby-parking, Centro infanzia, Nido aziendale, Agrinido, Nido famiglia, Nido Bilingue, Asilo nido nel bosco, e altri servizi innovativi e sperimentali come ad esempio il Centro 06 per la prima infanzia, alla luce delle recenti novità introdotte dalla Legge sulla Buona Scuola e dei recenti decreti attuativi sul Sistema integrato 06, e le novità del Regolamento sulla Privacy.

L’iter burocratico, tutte le novità normative e cosa cambia nei servizi educativi nelle diverse regioni italiane.

Inoltre, come trasformare il servizio già esistente in un Servizio Sperimentale 06 sfruttando le innovazioni consentite dalle nuove leggi, anche in regioni dove tali servizi non sono previsti dalla normativa! I servizi sperimentali rispondono con caratteristiche organizzative e strutturali diverse rispetto alle altre tipologie di servizi per la prima infanzia (quali nidi d’infanzia, centri per bambini e genitori, spazi gioco, servizi educativi domiciliari) a specifiche esigenze presenti sul territorio e sono rivolti ai bambini fra i 3 mesi ed i 6 anni.

Si tratta di un corso unico in Italia per completezza e approfondimento delle informazioni, in quanto è tenuto dagli esperti di Zeroseiplanet, professionisti che da oltre un decennio si occupano di progettazione, organizzazione e gestione di asili nido pubblici, privati ed aziendali in tutta Italia, sempre aggiornati con le nuove normative e sulle nuove tecniche pedagogiche.

Durante il corso si apprenderanno tutte le normative gestionali, tecniche, strutturali e amministrative, informazioni fondamentali e necessarie per capire quali servizi si possono attivare, come aprire un Asilo nido, Micronido, Ludoteca (baby parking), Centro infanzia e gestire servizi all’infanzia di qualità.

Gli esperti durante il corso affrontano in modo chiaro la nuova normativa che regola gli asili nido e gli altri servizi all’infanzia, le sue applicazioni regionali, la distribuzione degli spazi secondo l’attuale normativa sanitaria. Si prendono in esame passo per passo le modalità di gestione organizzativa del servizio asilo nido, attraverso l’analisi della distribuzione dei ruoli e dell’organizzazione interna.

Partendo da una panoramica sui servizi tradizionali e su quelli integrativi, si propone una riflessione anche sulle varie tipologie di servizi innovativi come i nidi famiglia (nidi in casa), i servizi di baby sitting (per famiglie, per Enti, per strutture turistico/alberghiere…), le Ludoteche, i Laboratori e atelier per bambini, i centri gioco, e tante altre attività in collaborazione con Enti, Scuole, Aziende che consentono un potenziamento del reddito e uno sviluppo del servizio [Video Corso Aprire un Asilo Nido >>>].

Durante il corso vengono illustrati esempi di realizzazioni recenti di Zeroseiplanet: asili nido pubblici, asili nido aziendali, nidi privati, nidi famiglia, centri infanzia e ludoteche.

Gli esperti di Zeroseiplanet sono a Vostra disposizione per domande e casi specifici.

 

PROGRAMMA DEL CORSO 

9.00/09.30 Registrazione partecipanti

09.30 Inizio Corso

13.00-14.00 Pausa pranzo

14.00-18.00 Seconda parte Corso

ARGOMENTI DEL CORSO

  • FACCIAMO IL PUNTO: Cosa cambia con la riforma del sistema integrato 06?

    Tipologie di servizio che rimangono e servizi che cambiano: servizi tradizionali e servizi innovativi (asili nido, baby parking, centri infanzia, nidi famiglia, sezioni primavera, nidi aziendali, ludoteche, nidi bilingue, agrinidi, nidi bio); diversificazioni regionali

  • Strutturazione e organizzazione delle diverse tipologie di servizio per l’infanzia nelle varie regioni, come cambia il servizio pubblico e come cambia il servizio privato.

  • Requisiti strutturali, funzionali e tecnologici dell’immobile

  • Criteri di valutazione sulla tipologia del servizio: asilo nido e baby parking a confronto

  • Iter burocratico per l’autorizzazione dei diversi tipi di servizio per l’infanzia

  •   Iter per l’approvazione di Servizi Innovativi 06 (Centri infanzia 06)

  • Interfaccia con gli uffici tecnici per le autorizzazioni: dove andare, cosa fare per non perdere tempo e denaro

  • Autorizzazioni sanitarie e autorizzazioni per il servizio mensa

  • Potenzialità del servizio: alcuni spunti per ampliare l’offerta

  • I servizi integrativi: il centro di servizi di baby sitting, i nidi famiglia, i laboratori e gli atelier per bambini

  • Il franchising nei servizi all’infanzia: cos’è e come funziona; vantaggi e svantaggi

  • La forma giuridica migliore: chi avvia il nido? qual è la differenza fra persona fisica e persona giuridica? quali sono le tipologie societarie migliori per il nido d’infanzia? come si aprono e quanto costano?

  • Le figure professionali e i titoli di studio necessari: quali sono i Contratti Collettivi Nazionali attualmente in vigore? Come cambia il panorama lavorativo negli asili nido dopo la riforma del sistema integrato 06?

  • I ruoli e l’ottimizzazione del piano del personale: di quanto personale ho bisogno? Quali qualifiche sono valide da adesso in poi? Con quali mansioni? Non sono titolato per aprire un nido: posso aprirlo lo stesso? Come faccio?

  • Costi e Redditività dei servizi per l’infanzia a confronto: quanto rende un Nido d’Infanzia?

  • Punto di equilibrio economico e potenziamento della redditività: come faccio ad aumentare le entrate di un Nido?

  • Il regolamento interno, il Progetto educativo e la Carta Servizi: perchè sono importanti?

  • Promuovere il servizio: cenni di marketing, business plan: come pubblicizzo il servizio? quali sono i canali migliori? che aspettative posso attendermi dalle diverse forme pubblicitarie?

  • La Qualità come garanzia di continuità del servizio: Convenzione e Accreditamentodel servizio asilo nido sul territorio: cosa sono e come ottenerli?

 

18.00 Fine Corso

Al termine del corso viene rilasciato un Attestato di Partecipazione


DESTINATARI Privati, Enti Pubblici, Aziende, chiunque abbia intenzione di aprire e gestire un asilo nido o un altro tipo di servizio per l’infanzia, in tutte le Regioni.

LUOGO DEL CORSO Il Corso si terrà

MILANO presso la sede di Piazza IV Novembre n.4, a fianco della Stazione Centrale di Milano [COME ARRIVARE]

ROMA centro presso la sede di via Portuense n. 520  [COME ARRIVARE]

#APRIREUNASILONIDO

COSTI E MODALITÁ DI PAGAMENTO Quota corso: € 190,00 per partecipante

1 -Compilazione della form presente sul sito internet: FORM DI ISCRIZIONE

2 – Attendere la conferma da parte della Segreteria Corsi (verifica disponibilità di posti)

3 – Versamento quota di iscrizione di € 100,00 tramite bonifico su c/c bancario come da indicazioni della Segreteria Corsi

4 – Versamento di € 90,00 (quota corso) in loco
Il prezzo del corso si intende Iva esclusa.

5 – Invio al numero WhatsApp 3291931945 o all’indirizzo email segreteria@zeroseiplanet.it della ricevuta di pagamento della quota di € 100,00

L’assegnazione dei posti disponibili avviene in ordine all’arrivo della ricevuta di pagamento.

INFO: segreteria@zeroseiplanet.it

tel. 329.19.31.945 rif. Stefania Pompele

 

ISCRIVITI QUI>>>

CHIEDI INFORMAZIONI QUI >>>

Visite: 8230