Camminare a piedi nudi migliora la memoria

Con i primi caldi, via le calzine, lasciamo i bambini a piedi nudi, al nido e all’aperto! I vantaggi del camminare a piedi nudi sono tantissimi..

Una recente ricerca ha messo in evidenza che camminare a piedi nudi non solo stimola lo sviluppo sano dei muscoli e dei tendini nei piedi e nelle gambe, ma ci fornisce anche un importante equilibrio e capacità di navigazione e, come ci insegna la nuova ricerca, migliorano la memoria !!

I piedi nudi svolgono un ruolo chiave nel massimizzare l’equilibrio statico (la capacità  di rimanere fermi immobili) e l’equilibrio dinamico (in movimento) nei bambini. Alain Berthoz, un neurochirurgo specializzato nello studio dei meccanismi di equilibrio nel cervello, ha scritto che la prima capacità di un bambino di controllare l’equilibrio in posizione eretta contro la gravità si sviluppa, insieme al sistema vestibolare, attraverso i piedi, i quali inviano al cervello messaggi continui. Il piede è l’organo propriocettivo per eccellenza. La sua rappresentazione corticale nella parte sensitiva del cervello è più estesa di quella della mano stessa. Questo significa che per imparare a fare il suo mestiere, ovvero sorreggerci, il piede deve interagire con l’ambiente attraverso l’esperienza e la ricezione di stimoli sensoriali. Quando i bambini indossano le scarpe, gli stimoli sensoriali sono smorzati e i messaggi al cervello diminuiscono. 

Andare a piedi nudi nella prima infanzia è molto importante per i bambini per imparare a “navigare” nei loro corpi attraverso uno spazio e ad organizzare modelli di movimento appropriati per ogni situazione specifica. 

È interessante notare che ricerche recenti ci dicono che correre a piedi nudi ha anche dimostrato di migliorare schemi di pensiero più complessi, in particolare quelli correlati alla memoria (Alloway, RG., Packiam Alloway, T., Magyari, PM. & Floyd, S. 2016)

Infatti i ricercatori suggeriscono che la corsa a piedi nudi richiede probabilmente un uso più intensivo della memoria a causa delle esigenze tattili e propriocettive aggiuntive associate alla corsa a piedi nudi (schivare oggetti appuntiti e dover disporre di un posizionamento del piede più preciso ad esempio), che si affina appunto “ricordando” le ensazioni e impostando correttamente i piedi e il movimento corporeo in base alle superfici su cui si corre. Il cervello “ricorda” che correndo sui sassi si deve esercitare una certa pressione, diversa da quella con cui si corre sull’erba, sulla sabbia, su superfici lisce o scivolose.

Procuriamo quindi ai bambini sempre maggiori opportunità di camminare, correre, saltare, arrampicarsi e saltare a piedi nudi. Non solo al nido o alla scuola, ma anche all’aperto, nella natura!

PERCHE’ E’ IMPORTANTE CAMMINARE A PIEDI NUDI NELLA NATURA
1. Per liberarsi dalla costrizione delle scarpe, è una gioia per il bambino poter correre sull’erba, camminare su un sentiero acciotolato…ed eventualmente bagnarsi e sporcarsi i piedi.
2. Rappresenta quel “contatto primario” con la natura che non può essere possibile nelle strade asfaltate o se si vive nelle città.
3. Questa opportunità significa anche “attingere energia” dalla madre terra.
4. Inoltre, rappresenta un inconsapevole e benefico automassaggio che riattiva la circolazione e il flusso delle correnti di energia nell’intero organismo.

 

Consigli di lettura ai bambini del nido:

Piedino ha appena iniziato a camminare e, forte di questa sua incredibile conquista, intraprende un viaggio. Visita il giardino di casa, la spiaggia, il mare. Poi, spaventato da un insolente granchio, torna a casa dove c’è il suo papà piedone. Il testo essenziale e tenero di Elisa Mazzoli si coniuga alla perfezione con le illustrazioni di Marianna Balducci, che gioca con la fotografia del piede del bambino, aggiungendo elementi grafici tra realtà e fantasia. Un libro pensato per i più piccini, ma che piacerà anche alle mamme e, soprattutto, ai papà.

LO TROVATE qui: IL VIAGGIO DI PIEDINO

 


PER SAPERNE DI PIÙ: dal catalogo dei corsi Zeroseiplanet per educatrici di asilo nido e scuola dell’infanzia il corso “SUPPERGIU’ A DESTRA A SINISTRA

CHIEDI INFORMAZIONI QUI>>>

 

 

Visite: 1208