Il memory della natura

Il gioco del memory è piuttosto noto per i bambini della scuola dell’infanzia: consiste nell’associare due immagini uguali riconoscendole fra le tante. E’ un gioco perfetto per:

  • sviluppare la concentrazione
  • stimolare le abilità di riconoscimento di forme e colori
  • stimolare l’uso di tutti i sensi
  • sviluppare la memoria (come suggerisce appunto il nome!)

Una variante naturale fai-da-te può essere realizzata anche al nido, organizzando una passeggiata in giardino o al parco e raccogliendo diversi materiali naturali, come ad esempio foglie, sassolini, piccole pigne, legnetti… a seconda del materiale raccolto, si possono poi realizzare diversi tipi di memory.

Cosa serve

  • oggetti naturali (foglie, sassi, legnetti, piume, fiori, etc.)
  • cartoncini
  • scatoline con coperchio (come quelle in latta delle caramelle, o scatoline in cartone fai-da-te ritagliando i rotoli della carta igienica)
  • colla
  • colori a tempera

Come si fa

Si pianifica con i bambini una raccolta mirata di oggetti naturali che variano in numero e tipologia a seconda dell’età dei bambini e del luogo in cui si è:  si possono raccogliere coppie di foglie simili tra loro o scegliere di giocare sulle sole gradazioni di colori, oppure sassi di diverse forme o tutti uguali, e così via.

Gli oggetti naturali “piatti”, come le foglie, possono essere incollati su cartoncini: due cartoncini con coppie di foglie simili, oppure con gradazioni di colori simili, gialle, rosse, arancioni, verdi… questo memory è particolarmente adatto nei mesi autunnali, quando la natura ci regala una tavolozza molto variegata di colori naturali!

 

Gli oggetti tridimensionali, come ad esempio sassolini, ghiande, legnetti, possono essere racchiusi in scatoline tutte uguali tra loro, come nella foto, e il gioco consisterà nell’indovinare gli abbinamenti una volta chiusi i coperchi.

Per i più piccoli il memory dovrà essere molto semplice e possibilmente stimolare l’uso dei sensi: ad esempio, colorando i sassi di colori diversi e giocando ad abbinarli due a due,  oppure disegnando su di essi delle forme semplici che i bambini potranno riconoscere ed abbinare, o ancora fiori uguali incollati su cartoncini.

L’uso di materiali naturali trovati in natura aggiunge sempre una componente sensoriale al gioco della memoria. Oltre a sviluppare capacità di concentrazione, memoria e riconoscimento, il gioco del memory può anche migliorare le abilità sociali e aumentare l‘autocoscienza e l’autostima.  Proposto ai bambini più grandi, il memory della natura può anche essere usato per insegnare concetti matematici e scientifici (ad esempio il riconoscimento botanico, il concetto di forma degli oggetti) a seconda di come viene giocato e di quali oggetti naturali vengono utilizzati.

[fonte delle immagini: Pinterest]


PER SAPERNE DI PIU’: dal catalogo dei corsi Zeroseiplanet per educatrici di asilo nido e insegnanti di scuola dell’infanzia, il corso “DA INDOOR AD OUTDOOR EDUCATION

 

CHIEDI INFORMAZIONI QUI >>>

Visite: 704