Lo yoga fin dall’asilo nido

Vi  è uno strettissimo rapporto fra Yoga e Pedagogia, perché lo Yoga è una scienza dell’educazione, una scienza esistenziale.
Prof. Franco Frabboni – Univ. Bologna

Come è noto, i bambini utilizzano il corpo come veicolo di espressione dei loro bisogni e delle loro necessità. Lo yoga è un’antica disciplina che porta benefici e risultati nella vita dei bambini fin da piccoli, in particolare proprio nell’ambito dell’espressione corporea e nel  facilitare rilassamento e concentrazione. 

Lo yoga infatti è un’attività che:

  • Aumenta la percezione del proprio corpo donandogli maggiore elasticità ed equilibrio muscolo-scheletrico (per i bambini, tra l’altro, potrebbe essere più semplice rispetto agli adulti in quanto il loro corpo più di quello adulto si presta a movimenti elastici);
  • Favorisce la concentrazione attraverso la ricerca del silenzio eterno ed interiore, l’ascolto del proprio respiro, la sperimentazione di movimenti precisi e consapevoli;
  • Permette di liberare la mente da stress e pensieri ricorrenti focalizzando l’attenzione su ciò che avviene dentro di sé piuttosto che sugli eventi esterni
  • Sostiene la creazione di relazioni e rispetto di regole condivise grazie alla partecipazione collaborativa di tutti i bambini durante l’attività.

 

Come presentare questa disciplina ai bimbi in tenerissima età? Introdurre lo yoga a bambini di età del nido significa educarli ad esprimere le proprie capacità motorie, relazionali e di introspezione da subito.

Lo yoga per bambini è diverso da quello per adulti poiché i piccoli hanno bisogno di muoversi, divertirsi e scoprire il mondo.

In un’epoca come questa, in cui i ritmi frenetici sono contrapposti ai bisogni umani, lo stress e l’ansia sono emozioni che colpiscono facilmente anche i bambini.

Proporre lo yoga al nido e alla scuola dell’infanzia significa quindi proporre una speciale attività psicomotoria dall’ approccio ludico che ha lo scopo di aiutare i bimbi a rilassarsi, a concentrarsi, a scoprire il proprio corpo e i propri pensieri, così daraggiungere uno sviluppo armonico di mente, coscienza e corpo. 

E poichè l’obiettivo dello yoga proposto ai bambini è quello di farli entrare in contatto con la loro forza interiore, permettendo loro di mantenere l’attenzione e la concentrazione, di imparare a respirare nel modo giusto e di migliorare le capacità di relazionarsi con gli altri, riconosciamo in questo le basi dell’approccio educativo montessoriano, a cui può essere associato il percorso esperienziale e ludico dello yoga.

Lo yoga diventa così caratteristica necessaria ed imprescindibile per imparare a muoversi lungo il percorso che porta al proprio sé.

Si tratta di un percorso suddiviso in tappe che offre al bambino la possibilità di conoscere ed esplorare il proprio corpo, la capacità di ascolto, di concentrazione e di rilassamento. 

Attraverso le attività ludiche proposte, i bambini sviluppano la conoscenza del corpo e la coordinazione motoria, il senso del ritmo, la percezione uditiva, l’immaginazione, ascoltano le proprie emozioni, costruiscono la propria identità ed il rapporto con gli altri.

In sintesi si potrebbe dire che l’obiettivo consiste nell’unione equilibrata ed armonica tra la mente ed il corpo, tra ciò che il bambino pensa, sente emotivamente e ciò che esprime a livello non verbale, corporeo.


PER SAPERNE DI PIU’: corso “PET EDUCATION E PET YOGA” è un’occasione unica riservata ad educatori e coordinatori, ma anche genitori per conoscere e testare questa antica disciplina e farne una risorsa nel proprio lavoro e rapporto con i bambini fin dalla primissima età.

Visite: 25643